Musei del territorio cremonese, tra storia e collezioni uniche

Musei del territorio cremonese, tra storia e collezioni uniche

Se siete a Cremona per qualche giorno e magari siete in cerca di qualche collezione insolita e curiosa, al di là degli itinerari cittadini, vogliamo segnalarvi alcuni musei e collezioni private « fuori porta ». Piccoli scrigni di oggetti preziosi che ricordano tradizioni o angoli di vita passata e che rappresentano la ricchezza e il patrimonio storico del nostro territorio.

Alla scoperta della civiltà contadina

In una vecchia filanda in provincia di Cremona, a Soncino – paese noto per la sua Rocca sforzesca – si trova un museo dedicato alla civiltà cremonese di un tempo, il Museo della Seta. Una raccolta incredibile di strumenti e attrezzature sulla bachicoltura (allevamento dei bachi) e sulla produzione della seta.
Noi che siamo appassionati di queste collezioni, vogliamo consigliarvi di andare a visitarlo. Tra l’altro, di recente il Museo ha vissuto un ampliamento con l’apertura di una stanza dedicata alle ditte produttrici di uova di bachi.

Purtroppo, un altro splendido esempio di Museo di questo tipo, localizzato a Pescarolo, sempre in provincia di Cremona, il Museo del Lino, è stato di recente chiuso al pubblico. Ma noi tutti ci auguriamo che presto possa essere riaperto perchè la bellezza dei pezzi esposti non trova eguali. Attraverso le sue collezioni, il Museo racconta la vita del mondo contadino della pianura padana con un focus specifico sulla tessitura del lino.

I musei legati alla civiltà contadina non mancano sul territorio. A Cremona (ndr. Museo Il Cambonino) ma non solo. Anche all’interno di Cascina Farisengo, agriturismo in Provincia di Cremona, si può ammirare uno splendido esempio di casa-museo contadina, con tantissimi attrezzi per il lavoro nei campi, arnesi di fabbri e falegnami, strumenti per la cucina e per la bachicoltura oltre a una collezione di macchine agricole d’epoca con pezzi unici. In un percorso tutto da scoprire!

museo_del_po_paleoantropologico_territorio_cremonese_

Tante testimonianze storiche

Cercando tra le curiosità, in Provincia di Cremona si trovano dei musei davvero originali e unici… come nel caso del Museo degli strumenti musicali meccanici  situato a Torricella del Pizzo. Una collezione voluta e creata dall’Associazione Musica Meccanica Italiana che testimonia il gusto e le tradizioni di un’epoca storica, quella del Risorgimento.

A ricordare il vissuto della storia italiana è anche il Museo delle Prigioni di Pizzighettone, in cui fu aperto il primo Ergastolo della Lombardia (nel 1785), trasformato poi in reclusorio militare per l’esercito austriaco, forse il più duro di tutta la penisola. Un museo unico nel suo genere in Lombardia che offre una rarissima testimonianza della vita carceraria in quegli anni, nella sua crudezza.

Come abbiamo visto, il territorio cremonese è ricchissimo di iniziative didattiche e di musei.
Nel caso del Museo Paleoantropologico situato a San Daniele Po ci troviamo davanti a un pezzo di storia addirittura risalente all’era glaciale. Qui si possono ammirare degli importanti fossili di era quaternaria rinvenuti lungo le rive del fiume Po… tra i resti di mammut, cervo megacero, bisonte e di altre specie animali, si può osservare anche l’osso frontale di un uomo di Neanderthal, una testimonianza unica della presenza di questa specie in Pianura Padana.

Velocipede_collezione_privata_Azzini_museo_territorio_cremonese_soresina

Di museo in museo… con collezioni uniche

Sempre a Soncino, troviamo il Museo della Stampa  dove si possono osservare numerose casse tipografiche e attrezzature che illustrano i procedimenti tecnici e le fasi del processo di stampa a caratteri mobili, oltre a un torchio ottocentesco e splendide macchine da stampa. Un luogo piccolo, ma ricco di storia e di esperienze da poter tramandare.

Un altro sito interessante è il Museo del bijou di Casalmaggiore. Oggetti di ornamento e di bigiotteria, ma anche prodotti particolari in un excursus che dalla fine dell’Ottocento attraversa tutto il Novecento. Oltre 20mila pezzi fra anelli, collane, bracciali, orecchini… per tutti gli amanti del vintage e del bello in genere.

A Soresina, invece, troviamo una vera chicca: una Collezione privata di Velocipedi e di Biciclette antiche, con sette sezioni in cui ammirare modelli classici, bici da lavoro o da corsa e tricicli per bambini… Per gli appassionati (e non) può essere una tappa da prendere in considerazione.

Dalle biciclette alle carrozze: a Bonemerse, sempre all’interno di Cascina Farisengo, si trova una ricca Collezione di Carrozze d’epoca. Qui si possono osservare modelli più leggeri o da passeggiata e modelli più eleganti fino alle vetture da piazza e alle berline usate per gli spostamenti più lunghi. Una collezione davvero ricca anche negli accessori!

 

Potrebbero interessarti anche:

Civiltà contadina: la casa e la vita in cascina

La bachicoltura e la filatura della seta

Fermer le menu