Salame, mostarda e torrone, i festival autunnali di Cremona

Salame, mostarda e torrone, i festival autunnali di Cremona

L’autunno si apre per Cremona con una serie di appuntamenti “golosi” assolutamente da non perdere.

Se il weekend del 14 e 15 ottobre, il centro città ospiterà il Festival della Mostarda, con assaggi gratuiti di prodotti artigianali locali e, in chiusura, l’ottimo Gran Bollito per tutti, dal 20 al 22 ottobre, Cremona è in festa per il ritorno di un altro protagonista della cucina tipica locale, il salame.

A seguire, dal 18 al 26 novembre, la tradizionale Festa del Torrone, preceduta dalla fiera eno-gastronomicha Il Bontà (11-14 novembre).

Tanti buoni motivi per visitare la città e fermarsi qualche notte… magari proprio all’Agriturismo Cascina Farisengo.

 

Mostarda, la regina dei bolliti

Il Gran Bollito cremonese è un secondo tipico della cucina di tutto il territorio. La carne utilizzata – almeno cinque tagli di carni diverse – viene preparata scegliendo tagli pregiati di manzo, vitello e gallina.

La Mostarda è invece il condimento piccante contenente frutta o verdura candite tipico di Cremona. Caratterizzato da senape bianca o da mosto di vino, il suo primo documento in associazione a Cremona risale al 1604.

 

Onore al Salame cremonese

Il Salame Cremona IGP (Indicazione Geografica Protetta) è frutto di una sapiente lavorazione di carne suina selezionata, aromatizzata con sale, aglio pestato e insaccata in budello naturale. La lavorazione di salumi e insaccati è un’arte che interessa tutto il territorio e i dintorni.

Il salame di Cremona è però un prodotto “speciale” e per questo motivo le associazioni del territorio hanno deciso di dare vita alla prima edizione della Festa del Salame, dal 20 al 22 ottobre, nelle strade del centro città.

 

 

Tutti in festa per il torrone

Uno dei prodotti tipici di Cremona è il torrone, un dolce principalmente natalizio composto da un impasto di albume d’uovo, miele e zucchero ed è farcito con mandorle, noci, arachidi o nocciole.

Secondo la tradizione cremonese, il primo torrone sarebbe stato servito il 25 ottobre 1441 al banchetto per le nozze, celebrate a Cremona, tra Francesco Sforza e Bianca Maria Visconti. Il nuovo dolce, sempre secondo la tradizione, venne modellato riproducendo la forma del Torrazzo, la torre campanaria della città, da cui avrebbe preso il nome.

Ogni anno, il mese di novembre è dedicato a questo prodotto straordinario, con una festa che dura 10 giorni e si caratterizza per un calendario ricchissimo di appuntamenti, iniziative ed eventi. Il tema di questa edizione 2017 è “La gola” in omaggio al girone dell’Inferno dantesco.

Chiudi il menu